I LIONS ESCONO DAL TUNNEL E BATTONO LA RENO


Ne hanno fatti 53 ma sarebbe bastato vincere anche di un solo punto perchè quell'urlo nello spogliatoio fosse della stessa intensità, "Lions" un urlo deciso e ripetuto fatto con la pancia tesa e i pugni alzati, un urlo liberatorio con lo sguardo dritto negli occhi dei compagni.
Era un anno che non vincevano i ragazzi Under 16 dei Lions e solo chi ha giocato può capire cosa vuol dire, mettercela tutta, prendere anche un sacco di botte e farsi la doccia con il magone. La domenica dopo lo stesso e ancora la domenica dopo... e non sapere se è meglio sperare che il campionato finisca il più in fretta possibile o non finisca mai almeno fino che non se ne è vinta una.
La Reno, non ce ne voglia, era facile da battere, era già stata sconfitta in precampionato, ma oggi era diverso, stagione 2013/2014, prima di andata, diceva il calendario federale, oggi il match non è un test oggi è partita vera quella che poi si vede la classifica in internet, quella che l'arbitro segna sul blocchetto i punti fatti e subiti, oggi se i leoni vincevano uscivano da un incubo durato un anno e, dopo i tre fischi finali, gli sarebbe stato permesso dire una parolaccia con attaccati tre punti esclamativi.
Da oggi e per tutta la settimana che verrà saranno primi in classifica e non vedono l'ora di tornare in campo per sapere se ci rimarranno (e se contro il Modena giocano come oggi possono anche farcela).
.

Fabio Corona - 15/10/2013
Buona la prima ragazzi ! Bravi tutti !