MERCOLEDì 27 TUTTI AL CAMPO DI (CON) RONDELLI


"Ciao Marta, domenica giochiamo al Rondelli, mi vieni a vedere?"
MI piace pensare che fra dieci anni, o giù di lì, un ragazzino dell'Under 16 possa fare questa telefonata alla sua fidanzatina. Mi commuove l'idea che Marco più che ricordato sia vissuto come rugbista da altri rugbisti, che il suo nome sia pronunciato, magari da chi non lo ha mai conosciuto, come sinonimo di un luogo dove si gioca con una palla ovale e si calcia per centrare i nostri stani pali.
Ci vorrà del tempo perchè questo accada ma se accadrà di sicuro l'inizio del cammino sarà oggi, alle 17 e 30 con la cerimonia ufficiale di intitolazione del campo principale del Centro Sportivo Pilastro.Chi vorrà dire tra una decina d'anni "Io c'ero" è il benvenuto, sarà anche l'occasione per assistere alle prime partite di rugby giocate al "Rondelli",

Riceviamo da Gilberto Pellegrini e pubblichiamo
A nome della Fortitudo Rugby Bologna sono a ringraziare le 200 persone che sono intervenute per l'intitolazione del campo al Prof. Marco Rondelli. Alla cerimonia erano presenti il Presidente del CRER Mario Spotti, l'Assessore allo sport Luca Rizzo Nervo, il Presidente del Quartiere Simone Borsari, la Dirigente Scolastica Roberta Fantinato, la moglie e il fratello di Marco, signora Marisa e Claudio.
In mezzo agli intervenuti erano presenti presidenti, allenatori, giocatori ed ex giocatori, colleghi ed ex colleghi di scuola, tanti alunni ed ex alunni. E poi c'erano i ragazzi delle under 14 della città.
La cerimonia ha vissuto momenti molto forti ma si è svolta in maniera sobria e leggera, come avrebbe voluto Marco.
A tutti gli intervenuti è stata offerta una merenda e al termine del Torneo Amichevole le squadre si sono sedute a tavola per un sostanziaso terzo tempo.
Un grandissimo GRAZIE a tutti coloro che sono potuti intervenire e a quelli che hanno comunicato la loro impossibilità a presenziare, da parte di Marisa e Claudio.