STAGIONE FINITA? NO, A CASTELLO SI GIOCA ANCORA PER LA PROMOZIONE IN C1


C'è chi dice che il rugby dovrebbe fare come il baseball, iniziare le attività in primavera e finire a settembre, evitando così le lunghe soste invernali dovute al maltempo e ai campi impraticabili. Certo che togliere il fango dallo scenario è un po' come immaginare il rugby senza la mischia, i romantici e gli ortodossi rimarrebbero in preda alle convulsioni solo al pensiero.
Siccome, anche se c'è qualcuno che lo pensa e lo dice, non c'è nessuno che lo fa, la stagione finisce generalmente a metà giugno, con le codazze dei tornei a campionati già conclusi. Mentre impazzano le varianti più disparate del rugby (beach, a 7, touch) nella pianura, però, c'è ancora qualcuno che si gioca l'esito del campionato,
Per il Castel san Pietro la stagione non si è conclusa e non sono le partite di recupero quelle che si stanno giocando, giusto per dare regolarità e completezza al calendario ma in gioco c'è la promozione in serie C1 dalla C2.
Siamo rimasti sorpresi, però, nel vedere i giocatori senior del Castello sotto gli ombrelloni in riviera a godersi in tutto relax questo anticipo di estate invece che ad allenarsi grondanti di sudore nell'assolato campo di Casatorre.
"Che incoscienti", abbiamo pensato, proprio all'atto finale sono svaccati, mettendo a rischio il successo frutto di un anno di duro lavoro. "Strafottenti" potremmo gridargli nel rimproverargli l'assenza di quella umiltà che fa del giocatore di rugby un vero rugbista.
Invece no, i giocatori della prima squadra di Castello possono tranquillamente godersela con un tuffo in piscina o al massimo una partitella al tocco, perchè chi si sta (s)battendo per la loro promozione sono i ragazzi dell'Under 14. Sono loro che se riusciranno, entro il 21 di giugno, a completare le 15 partite che garantiscono l'obbligatorietà potranno far valere i titoli richiesti dalla federazione e far scalare la classifica della squadra senior fino alla promozione in C1. Se domenica prossima i ragazzini riusciranno a trovare una squadra con la quale giocare, anche se perdono, per quanto attiene alla Federazione, saranno promossi in C1 , ma per noi di Bolognarugby.it si meritano comunque il passaggio diretto in serie A, o meglio ancora in Top 14, volendo giocare con le parole e con i numeri. Di sicuro riceveranno in regalo le maglie giallo-blu dei giocatori della prima squadra così come richiesto e concesso all'inizio di questa avventura.
Nella domenica del torneo a 7 delle Accademie d'Italia e di quello dei Centri di formazione Federali, questa è la storia del rugby giovanile che ci piace raccontare, una storia paradossale e arraffonata che fa da contraltare a quella tutta seria e perfettina che scimmiotta il professionismo, un rugby ancora troppo lontano da poter sostituire nei nostri cuori quello ruspante e sentimentale a cui siamo abituati con quello lucido e di prestazione a cui, mal volentieri, dovremmo conformarci.

ultras - 15/06/2015
Ahahah, di la verità anche tu non sopporti il bologna 1928 e la loro mania di voler portare il rugby di “alto livello” a bologna. Per poi vedere di nuovo i giocatori che non giocano se non hanno gli aumenti di stipendio? Noi non ci conformeremo, abbasso la FIR, le accademie e i centri di formazione, w la reno in serie A !
Mauro Anteghini - 15/06/2015
Nel centro di formazione under 16 di Bologna, militano alcuni ragazzi della Reno che, sarebbero vogliosi di ringraziarti per il tuo sputo in faccia da ultras del cazzo,
chi rovina lo sport sono quelli come te, non le accademie e i centri di formazione.
Mauro Anteghini
anti ultras a vita
forever ultras - 15/06/2015
Ma te l'hanno proprio detto loro? Perchè i commenti dei ragazzini al ritorno da Parma non erano proprio entusiasti. Ma forse è solo perchè sono dovuti andare in in macchina anzichè sul fastoso pullman della FIR ?
pedersoli carlo - 20/06/2015
esulto quando voglio - 15/06/2015
Ragaz, state buoni, non si picchia uno mentre caga!
forever ultras - 15/06/2015
Mauro Anteghini - 15/06/2015
SOPRATTUTTO MASCHERATI DA SOPRANNOMI, PAVIDI OMARELLI DA NIENTE
M'arcopivatelli - 15/06/2015
Caro Mauro, su questo concordo perfettamente! E lò già ribadito altre volte. Non firmarsi rende il tutto sterile, sia che si tratti di una divertente presa in giro, sia che,peggio, si tratti di un dibattito costruttivo perchè ,se non sai con chi ti stai rapportando, i concetti, fini a se stessi, rimangono stagnanti sul fondo senza maturare.
Comunque voglio ribadire che si stava trattando dell'eroismo della Giovanile di una piccola Squadretta che tra multe salatissime, squalifiche extraterrestri, "rapimenti" e "tentativi di furto" riuscirà in una piccola (ma per noi grande) impresa e non delle pur divertenti prese in giro tra i due "Sqadroni". Rispetto per i Draghi!! (memente: 300ALL'ALBA!)
ANDATE DAL PRETE DI LA DALLA STRADA CHE VI ASPETTA ORMAI DA DUE ANNI!!!
Non te lo ripeterò più
M'arcopovatelli
M' per Anteghini - 15/06/2015
ultras (cocainomane) - 16/06/2015
Sissi siamo gente di Regbi, ma noi con il Bologna 1928 non faremo mai accordi. Li aspettiamo in Serie B, vediamo se ci rimarranno! Bravo Capone, W la Reno in serie A !
Saggio - 16/06/2015
Fatti 2 canne forse arrivi in eccellenza.....bel ciniglione!
M'arcopivatelli - 17/06/2015
Comunque voglio ribadire che si stava trattando dell'eroismo della Giovanile di una piccola Squadretta che tra multe salatissime, squalifiche extraterrestri, "rapimenti" e "tentativi di furto" riuscirà in una piccola (ma per noi grande) impresa e non delle pur divertenti prese in giro tra i due "Sqadroni". Rispetto per i Draghi!! (memente: 300ALL'ALBA!)
romano rambaldi - 20/06/2015
Mi entusiasma leggere di Rugby su argomenti che spaziano dall'alto livello alle problematiche di una certamente simpatica formazione provinciale giovanile, coinvolgendo indirettamente tutto il movimento rugbistico nazionale. Quello, invece, che mi lascia un tantino sconcertato sono le affermazioni di coloro che sparano ad alzata zero sugli "avversari" dell'imminente campionato di serie B che vedrà Bologna 1928 e Reno battersi, me lo auguro, per la promozione in A. Certo che la città che dal 1928 porta il n.1 di iscrizione alla Fir, allora Fipo (Federazione Italiana Palla Ovale) meriterebbe tutti gli sforzi possibili per ottenere qualcosa di più ...
Andrologo - 20/06/2015
Anonimo - 20/06/2015
andrologo docet
M'arcopivatelli - 21/06/2015
MISSIONE COMPIUTA!!
Ansalone Alessandro - 22/06/2015
Parlerò subito con il Pres.Capone per capire chi è quel certo Forever ultras che si permette di dire fandonie ( se ne assumerà le dovute responsabilita' ) su presunte affermazioni dei due ragazzi della Reno che hanno partecipato entusiasti per tutto l'anno, e a maggior ragione al torneo finale di Parma con il CDF !!! ....Sono il genitore di uno dei due ragazzi !
M'arcopivatelli - 23/06/2015
Comunque insisto nel ribadire che si stava trattando dell'eroismo della Giovanile di una piccola Squadretta, i DRAGONS del CASTEL S. PIETRO che tra multe salatissime, squalifiche extraterrestri, "rapimenti" e "tentativi di furto" E' RIUSCITA in un'impresa. Da noi si gioca a REGBI, altro che burocrazia! Altro che polemichette bisbetiche!! Rispetto per i Draghi!! (memente: 300ALL'ALBA!)

... e poi adesso non ho tempo, ma poi arrivo anche dai due bagagli dall'altra parte.
M' - 23/06/2015