AL "MARCO RONDELLI" DEL PILASTRO LA FORTITUDO VINCE SUL FAENZA


Fortitudo 59 Faenza 14

Il 21 febbraio scorso il consiglio di quartiere ha deliberato che il campo n.1 del centro sportivo del Pilastro fosse intitolato a Marco Rondelli, ma non saranno le scartoffie o le targhe che potranno commemorare il nostro amico e fratello, tutti sappiamo che soltanto il rimbalzo di una palla ovale su quel pezzetto di terra a lui dedicato potrà farlo felice e farcelo ricordare per come lo abbiamo conosciuto e per quello che ancora vorremmo che fosse.
La prima partita giocata sul suo campo l'ha giocata la Fortitudo contro il Faenza e non poteva andare meglio. Le aquile hanno maturato una vittoria netta, ci raccontano dal Pilastro, sopratutto nel primo tempo.
Dopo l'uno-due iniziale (che nel rugby si dovrebbe dire sette-quattordici) i ragazzi del Pilastro hanno finito la prima mezz'ora con un sonoro 40 a 7. La squadra è ancora acerba, ne più ne meno di tante altre in questa categoria, con delle individualità "di peso" che fanno la differenza, ma quello che manca ancora, ci dicono dal Pilastro, è la maturità che viene dall'esperienza che a sua volta viene dai minuti passati in campo. Così, mentre le aquile si sentivamo appagate il Faenza rientrava con una gran voglia di dimostrare che loro non valevano soltanto 7 ma almeno il doppio. Fare esperienza vuol dire anche guardarsi negli occhi, dopo aver passato un tempo interminabile troppo vicino ai propri pali, e decidere che sarebbe stato meglio smettere di non allontanarsi almeno 10 metri dalla palla quando gli altri hanno una punizione a loro favore e, come consiglia l'arbitro, aspettare lontano che loro ripartano, placcarli, rubargli la palla e lanciarsi verso la meta almeno fino ad arrivare a 59 punti.
Così è stato, ci raccontano dal Pilastro, e noi lo riportiamo qui perchè circoli nel virtuale e magari arrivi dove il reale non può arrivare e si incontri con chi reale non lo è più.
Ciao Marco ci rivediamo il giorno della cerimonia ufficiale quando ci sarà un torneo tra le squadre di Bologna che, ci dicono dal Pilastro, la Fortitudo vorrebbe organizzare invitando tutti i rugbisti e le società della nostra città.

Anonimo - 17/03/2015
poi le tribune a Calabro e gli spogliatoi a Pivatelli e le docce ?
ciao ancora Rondelli un po del tuo sapere lo insegno ai miei ragazzi.
M'arcopivatelli - 17/03/2015
michele - 17/03/2015
Idea geniale. .insomma idea alla rondelli